Ti trovi qui: Home » Progetti

Progetti

IVR

Il Prof. Gianfrancesco Zanetti è Editor della sezione "History of Philosophy of Law" della "Encyclopedia of the Philosophy of Law and Social Philosophy" (eds. M. Sellers, S. Kriste, Springer 2020).

 

HORIZON 2016-2020

Sul piano delle partnership, il CRID è impegnato (referenti il Prof. Michele Colajanni, la Prof.ssa Tindara Addabbo, il Prof. Thomas Casadei) in un progetto europeo EQUAL-IST, Horizon2020 sul gender gap in contesti professionali. Si tratta del primo progetto Horizon 2020 finanziato presso il Dipartimento di Giurisprudenza.

L'Unità di ricerca dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

 

FAMI 2014-2020

Il CRID è altresì impegnato come partner in un percorso di formazione giuridica sulle discriminazioni (“Laboratorio di formazione giuridica verso la Legal Clinic” coordinato dal Prof. Francesco Belvisi) nell’ambito di un progetto su fondi FAMI 2014-2020, finanziato dal Ministero dell’Interno, in tema di discriminazioni istituzionali: “ReAct – ER Rete Antidiscriminazione Territoriale Emilia-Romagna. Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014 – 2020. Obiettivo specifico 2 Integrazione/Migrazione legale – Obiettivo nazionale 3 Capacity Building- Lettera L) PROG. 165”.

Coordinano il progetto, per il Dipartimento di Giurisprudenza, i Proff. Gianfrancesco Zanetti, Thomas Casadei, Luigi Foffani, Vincenzo Pacillo.

Per ulteriori  informazioni consultare la Sintesi del progetto.
È disponibile, inoltre, il Report conclusivo (a cura di Thomas Casadei, Gianfrancesco Zanetti, Luigi Foffani, Vincenzo Pacillo, Serena Vantin).

 

PRIN 2015-2020

Sul piano dell’attività di ricerca accademica, i Proff. Gianfrancesco Zanetti, Francesco Belvisi e Thomas Casadei compongono, insieme anche al Prof. Mario Ricciardi (Univ. di Milano Statale), un’unità del PRIN 2015 “Soggetto di diritto e vulnerabilità: modelli istituzionali e concetti giuridici in trasformazione” coordinato dal Prof. Baldassare Pastore (Univ. di Ferrara).

In tale contesto il CRID funge da luogo di elaborazione e disseminazione delle riflessioni maturate mediante il progetto, l’unico finanziato in ambito giuridico su scala nazionale, che collega undici unità di ricerca (oltre a Modena e Reggio Emilia, Ferrara, Bologna, Padova, Milano, Firenze, Palermo, Enna, Napoli, Salerno, Verona).

 

Progetti FAR

FAR 2017

I Proff. Gianfrancesco Zanetti e Thomas Casadei sono impegnati in un Progetto Interdipartimentale FAR 2017, coordinato dal Prof. Mirco Marchetti del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”, dal titolo Il futuro dei veicoli a guida autonoma: soluzioni tecnologiche e profili etico-normativi per garantire resilienza a errori umani e attacchi cyber.

Qui una sezione relativa ai riferimenti bibliografici del Progetto.

Le attività si inseriscono nell'ambito dei lavori dell'Officina informatica DET - Diritto Etica Tecnologie.

FAR 2016

La Prof.ssa Tindara Addabbo è responsabile scientifica del Progetto Dipartimentale FAR 2016 del Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, dal titolo Measurement and Determinants of the Inequalities in Educational Achievements by Gender and Immigrant Status in Italy and the United Kingdom.

FAR 2015

 

I Proff. Francesco Belvisi e Thomas Casadei, insieme al Prof. Alberto Tampieri, sono impegnati in un Progetto Dipartimentale FAR 2015 dal titolo Lo sfruttamento del lavoro del minore, con particolare riferimento all’Emilia-Romagna.

 

Law and ethics for autonomous driving

Nell'ambito del progetto sperimentale in partnership pubblico-privata per lo sviluppo della mobilità smart e della guida autonoma denominato "Modena Automotive Smart Area", all'interno dello specifico settore "Law", il CRID si occupa di progetti sul tema "Law and ethics for autonomous driving".

Team di progetto: Prof. Gf. Zanetti, Prof. Th. Casadei, Prof. S. Scagliarini, Prof. M. Ferrazzano, Dott. A. Di Rosa, Dott.ssa Noemi Miniscalco, Dott.ssa Serena Vantin.

 

Per un alfabeto delle parità - cicli

 

Educare alle differenze - cicli
Educare alle differenze per promuovere la cittadinanza di genere

Alcuni docenti che afferiscono al CRID, o che con esso collaborano, compongono il Nucleo di valutazione di un progetto coordinato dal Centro Documentazione Donna di Modena, cui afferiscono diverse realtà territoriali e associazioni, in tema di contrasto agli stereotipi e alla violenza di genere.

Educare alle differenze 2016 (Modena)
Educare alle differenze 2018 (Modena)
Educare alle differenze 2018 (Forlì)

 

I diritti delle donne tra cultura, migrazione, integrazione e identità

 

Festival delle migrazioni

Il Festival delle migrazioni nasce dal bisogno di uno studio approfondito e non ideologico su un fenomeno complesso, come quello delle migrazioni, che richiede una riflessione lontana dai luoghi comuni. L’obiettivo del Festival è quello di rappresentare la diversità, le sfumature e l’esperienza soggettiva all'interno della migrazione, partendo dal comune denominatore dell’appartenenza all'umanità. Il Festival si propone di sfidare la retorica che riduce i migranti a categorie semplicistiche: nemici attivi o vittime passive. In tre giorni di convegni, dibattiti, tavole rotonde, presentazioni di libri, laboratori, simulazioni, spettacoli e mostre, l’obiettivo è conoscere, riflettere, ascoltare, discutere, dare voce a chi non ne ha. Ci saranno spazi e piattaforme per costruire il dialogo e condividere idee in modo costruttivo e creativo. Il Festival prevede anche attività Pre e Post nelle settimane e mesi che lo precedono e lo seguono, grazie all’impegno delle oltre 50 associazioni aderenti.

Link al festival

 

Progetto regionale "I diritti della donna tra cultura, migrazione, integrazione e identità" 2018

Progetto regionale coordinato dal Comune di Forlì

 

Progetti in collaborazione

YEIP 2017-2020

"The Youth Empowerment and innovation Project" è un progetto di durata triennale finanziato dall'Unione Europea tramite il programma Erasmus+, che ha come obiettivo quello di creare e sperimentare un modello di politiche di prevenzione finalizzato a contrastare e prevenire tra i giovani fenomeni di marginalizzazione e radicalizzazione violenta. Attraverso l’ausilio degli strumenti del Good Lives Model e della psicologia positiva, il progetto si focalizzerà sui loro talenti e punti di forza, aiutandoli a sviluppare identità positive.

Partner italiano del progetto è la Cooperativa sociale "Anziani e non solo" di Carpi (MO), che sta portando avanti le attività di ricerca in partenariato con la Regione Liguria e con il supporto del CRID. Ricercatrice referente è la Dott.ssa Manuela Tagliani, Coordinatrice del Centro di documentazione del CRID e collaboratrice di "Anziani e non solo" per il progetto YEIP.

 

Progetto Fragilità

Il CRID è partner del Progetto Fragilità (referente Dr. Matteo Zattoni) che vede coinvolti una serie di attori accademici (Univ. Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza – Facoltà di Economia e Giurisprudenza), pubblici (Azienda unità sanitaria locale – AUSL e Medici di Medicina Generale – MMG di Piacenza) e privati (centri idrochinesiologici INACQUA) con l’obiettivo di prevenire la fragilità che, nelle sue diverse forme, colpisce soggetti di età avanzata o molto avanzata comportando un deterioramento della qualità della vita, della salute e dello stato funzionale dell’anziano.