Ti trovi qui: Home » Chi siamo

CRID – Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilitą

Il CRID – Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilitą dal 2016 si propone come “luogo” di discussione tra saperi praticati da docenti di vari Dipartimenti (Giurisprudenza, Ingegneria “Enzo Ferrari”, Economia “Marco Biagi”; www.crid.unimore.it): il Centro collabora con enti, associazioni, istituzioni nell’analisi delle diverse forme di vulnerabilitą e di discriminazione (anche di quelle “invisibili” o emergenti nei contesti digitali).

Le ricerche conducono all’elaborazione di strumenti metodologici e linee-guida, discussi durante numerosi workshop e laboratori, entro la prospettiva della terza missione e della “funzione sociale” dell’universitą.

Presso il Centro sono attive diverse aree di lavoro: il “Laboratorio su Discriminazioni e vulnerabilitą”, il “Laboratorio di formazione giuridica verso la Legal Clinic”, l’“Officina Informatica DET – Diritto Etica Tecnologie” (all’interno della quale č sorto il team su “Salute e nuove tecnologie”), il Gruppo di lavoro sul “Gioco d’azzardo patologico” (GAP).

Gią parte di un progetto Horizon 2020 EQUAL-IST (“Gender Equality Plans for Information Sciences and Technology Research Institution”), il CRID, sotto la direzione del Prof. Gianfrancesco Zanetti, č impegnato nel progetto della Encyclopedia of the Philosophy of Law and Social Philosophy , promossa dalla Internationale Vereinigung für Rechts- und Sozialphilosophie (IVR) edita da Springer.

Il CRID ha promosso vari progetti con le istituzioni, a cominciare dal Comune di Modena, e con numerose realtą associative del territorio. Insieme a Porta Aperta e Fondazione “Migrantes”, il CRID č ente promotore del Festival della Migrazione: nell’ambito di questo percorso, č stato avviato un “Osservatorio migranti” finanziato dalla Fondazione di Modena. Il Centro partecipa, inoltre, ogni anno alla Notte Europea della Ricerca.

Il CRID č parte di un network internazionale che unisce centri di ricerca - tra i quali si segnala, in particolare, l’Instituto de Derechos Humanos “Bartolomé de las Casas” dell’Univ. “Carlos III” di Madrid - e numerosi studiosi e studiose di varie Universitą (tra le quali Tilburg, Siviglia, Granada, Berkeley, Glasgow, Caledonian, Istanbul, Pablo de Olavide). Stretto č anche il dialogo con l’European Gender Budgeting Network.

Al Centro fa riferimento la collana “Diritto e vulnerabilitą – Studi e ricerche del CRID”, edita da Giappichelli.

 
 

Direttore del Centro

Ai sensi del Decreto Rettorale n. 311/Prot. 90215, Direttore del Centro č il Prof. Gianfrancesco Zanetti (Dip. di Giurisprudenza).

 

Giunta

Compongono la Giunta la Prof.ssa Tindara Addabbo (Dip. di Economia “Marco Biagi”), il Prof. Michele Colajanni (Dip. di Ingegneria “Enzo Ferrari”), il Prof. Thomas Casadei (Dip. di Giurisprudenza).

 

Consiglio

Compongono il Consiglio la Prof.ssa Claudia Canali (Dip. di Ingegneria “Enzo Ferrari”), la Prof.ssa Maria Cecilia Fregni (Dip. di Giurisprudenza), il Prof. Riccardo Lancellotti (Dip. di Ingegneria “Enzo Ferrari”), il Prof. Simone Scagliarini (Dip. di Economia “Marco Biagi”), la Prof.ssa Chiara Strozzi (Dip. di Economia “Marco Biagi”), il Prof. Alberto Tampieri (Dip. di Giurisprudenza) e la Prof.ssa Anzelika Zaiceva (Dip. di Economia “Marco Biagi”).

 

Segreteria scientifico-organizzativa

La Segreteria scientifico-organizzativa č coordinata da Serena VantinGianluigi Fioriglio, Francesco De Vanna (Dip. di Giurisprudenza).

La gestione dei contenuti e della struttura del sito del CRID - progettato e impostato dal Dr. Matteo Zattoni - č a cura del Prof. Michele Ferrazzano (docente di Informatica presso il Dip. di Giurisprudenza).

 

 

 

[ENGLISH VERSION]